Grease, Olivia Newton-John malata di cancro: 'Non so quanto mi resta da vivere'

Ha imparato a lottare dal 1992, anno in cui le fu diagnosticato il cancro per la prima volta. In tutti questi anni, anche quando il male si è ripresentato, lei non si è mai arresa e non vuole farlo neanche ora che la sua malattia non le dà molte speranze di sopravvivenza. Ma Olivia Newton-John non vuole sapere quanto le resta da vivere. L’attrice vuole godersi il tempo che le resta godendo pienamente di ogni giorno. E continuando a lottare.

LEGGI ANCHE >>Grease: droga, flirt e festini. Emergono retroscena assurdi sul film

Olivia Newton-John non vuole sapere quanto le resta da vivere

L’indimenticabile interprete di Sandy in Grease, oggi 70enne, è tornata a parlare del cancro. Lo ha fatto nel corso di 60 minutes, celebre trasmissione della tv americana.

La prima diagnosi nel 1992, poi una ricaduta nel 2013 e infine la nuova brutta notizia nel 2017. Stadio 4. Possibilità di sopravvivenza? Poche. Ma Olivia Newton-John ha chiesto al suo medico di non rivelarle quanto le resta da vivere.

Non so quanto ancora vivrò. Non ho nemmeno voluto saperlo dai dottori. Sono grata per ogni giorno che vivo. Ogni giorno è un regalo.  Quando ti viene diagnosticato un cancro o una malattia terrificante, all'improvviso, ti viene improvvisamente detto più o meno quanto vivrai, ti viene data una scadenza. Se credi nelle statistiche, le farai diventare realtà. Penso che la mente svolga un ruolo importante nel processo di guarigione. Se qualcuno ti dice "hai sei mesi da vivere", è del tutto possibile che sia così, perché ci credi

ha spiegato l’attrice.

I segreti per stare bene nonostante la malattia

Nonostante il cancro, Olivia Newton-John ha cercato di mantenere la sua vita quanto più normale possibile, sebbene i momenti di sconforto non siano mancati.

Ho passato momenti atroci. Il cancro si è esteso alla colonna vertebrale due anni fa. Per un periodo sono stata sotto morfina perché il dolore era troppo intenso. Ero terrorizzata all’idea di usare la morfina perché so che è una cosa difficile da cui staccarsi, ma ora la sto eliminando con la cannabis”

ha raccontato in televisione.

Per alleviare le sue sofferenze, l’attrice si affida sia alla medicina tradizionale che a terapie alternative. Grazie alla marijuana coltivata dal marito, ha spiegato, riesce a lenire il dolore ma anche a dormire meglio e a gestire gli stati d’ansia.

Oggi, nonostante l'infausta prognosi, il suo sorriso e la sua voglia di vivere sono la risposta migliore a chi all’inizio di quest’anno la dava per spacciata. “Le restano poche settimane” dicevano.

E invece, eccola ancora qui. Olivia Newton-John non vuole sapere quanto le resta da vivere ma sa come vuole vivere il tempo che le rimane. Anche raccogliendo fondi per i pazienti oncologici con i Dancers Against Cancer, ad esempio.