Grecia, pena ridotta a poliziotto che uccise adolescente ad Atene

Cgi

Roma, 29 lug. (askanews) - Un agente di polizia, condannato in primo grado all'ergastolo per aver ucciso un adolescente nel 2008 nel centro di Atene, ha visto la sua condanna ridotta a 13 anni di carcere in appello, secondo una fonte giudiziaria di AFP.

In prima istanza nel 2010, l'agente di polizia Epaminondas Korkoneas è stato dichiarato colpevole per aver ucciso intenzionalmente Alexis Grigoropoulos il 6 dicembre 2008, deceduto all'età di 15 anni nel distretto conteso di Exarchia.

L'assassinio di Grigoropoulos ha provocato una serie di manifestazioni e rivolte senza precedenti ad Atene e in tutto il Paese per diversi mesi per denunciare la brutalità della polizia. Ogni anno, in occasione dell'anniversario della tragedia, il 6 dicembre, si tengono proteste in memoria dell'adolescente.