Grecia, registrati due terremoti: scosse di M 4.8 e 5

terremoto

Un evento sismico si è verificato al largo del Mediterraneo orientale, in prossimità dell’isola di Creta. Due scosse sono state rilevate a circa un’ora di distanza l’una dall’altra. L’epicentro della prima è stato individuato al largo delle coste del Peloponneso ed è stato classificato al grado 4.8 della scala Richter. La seconda, di magnitudo 5.0, è stata rilevata ad una profondità di 20 km. Al momento non sono stati rilevati danni a cose o persone.

Terremoto al largo di Creta

I sismografi hanno rilevato due terremoti nel mar Mediterraneo orientale. Le due scosse sono avvenute, a distanza ravvicinata, nella serata di giovedì 10 gennaio.

Non si tratta del primo terremoto che colpisce la zona. L’isola di Creta era già stata colpita da un evento sismico all’inizio di dicembre. La scossa, di magnitudo 4.5 della scala Richter, era stata distintamente avvertita sull’isola, in particolare nell’area orientale. Il sisma non aveva provocato danni a cose o persone. L’epicentro era stato individuato a un centinaio di chilometri da Makry Gialos, a sud-est dell’isola.

Un evento sismico a settembre

L’area di Creta è considerata tra le più sismiche della Grecia. Nella notte del 26 settembre 2018 un sisma aveva colpito la zona tra l’isola di Creta e l’isola di Scarpanto. La scossa si è verificata alle prime luci del mattino ed è stata classificata al grado 5 della scala Richter. L’epicentro è stato localizzato nello specchio di mare che bagna proprio Creta. Anche in questo caso non sono stati registrati danni di rilievo. La scossa è stata chiaramente avvertita dalla popolazione.