Greco (Cts): "Il lockdown solo per i no vax non funziona"

·1 minuto per la lettura
I controlli all'ingresso di un ristorante del centro per il primo giorno di Green Pass obbligatorio per i clienti che vogliono consumare ai tavoli al chiuso a Milano, 6 agosto 2021.ANSA/MOURAD BALTI TOUATI (Photo: Mourad Balti TouatiANSA)
I controlli all'ingresso di un ristorante del centro per il primo giorno di Green Pass obbligatorio per i clienti che vogliono consumare ai tavoli al chiuso a Milano, 6 agosto 2021.ANSA/MOURAD BALTI TOUATI (Photo: Mourad Balti TouatiANSA)

“Il lockdown di una parte della popolazione non è pensabile”. Questa la dichiarazione di Donato Greco, epidemiologo, componente del Cts, in un’intervista a La Stampa. “La vera misura di contenimento è andare a prendere quel 16% di disinformati e confusi”, dice riferendosi a coloro che non si sono ancora vaccinati, “e procedere rapidamente con la terza dose”.

Greco non è convinto, spiega, “che l’arma della discriminazione nel medio periodo sia realmente efficace”, anzi, secondo lui, “così finiamo per inasprire lo scontro sociale. Gli obblighi imposti con i carabinieri alle spalle nella storia delle epidemie non hanno mai funzionato”. Piuttosto bisogna sfilare “i test antigenici dal Green Pass”.

Riguardo all’obbligo vaccinale Greco afferma che “probabilmente dai sanitari sarebbe utile estenderlo a insegnanti e forze dell’ordine, che hanno una funzione sociale di prima linea. Ovviamente l’obbligo deve valere anche per la terza dose”.

Per l’epidemiologo poi è giusto ridurre la durata del green pass: “Stiamo capendo che essere vaccinati non dà una garanzia totale, perché con il tempo l’efficacia dei vaccini tende a diminuire. Per questo credo che sì, la scadenza del certificato vada abbreviata. Ad agosto come Cts proponemmo a 9 mesi, ora vedremo se proporre di ridurla ancora, visto che nel frattempo l’intervallo tra la seconda e la terza dose è stato portato da 6 a 5 mesi”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli