Green Pass, alla fine anche la Lega vota sì

·1 minuto per la lettura
(Photo: Emanuele Perrone via Getty Images)
(Photo: Emanuele Perrone via Getty Images)

Le Lega voterà a favore del decreto green pass alla Camera. Il voto finale al provvedimento che converte in legge il decreto 23 luglio 2021, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche, è previsto intorno alle 13.00.

“La Lega è soddisfatta perché, dopo un confronto costruttivo, è riuscita a ottenere dal Governo alcuni impegni importanti, confermati in sede di accoglimento di ordini del giorno e che saranno inseriti nei prossimi provvedimenti” affermano fonti della Lega. “Si tratta, tra le altre cose, di milioni di euro per tamponi a prezzo simbolico per i minorenni e le famiglie in difficoltà, estensione della validità a 72 ore del tampone molecolare, il riconoscimento del tampone salivare rapido, il risarcimento per eventuali danni da vaccino, l’esclusione di obblighi estesi e generalizzati, ad esempio per l’utilizzo dei mezzi pubblici. Un altro passaggio importante riguarda rinvio, rateizzazione e rottamazione delle cartelle esattoriali. Insomma, mentre PD e 5Stelle approvavano la coltivazione e il consumo di droga in casa, la Lega lavorava con Draghi per risolvere problemi ben più reali e concreti”, concludono le stesse fonti.

“Pare che la notte abbia portato consiglio a palazzo Chigi...”, così su Twitter il deputato della Lega Claudio Borghi, in prima linea nell’opposizione al decreto.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli