Green Pass: Bellanova, 'no deroghe nè marcia indietro'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 13 ott. (Adnkronos) – “Nessuna marcia indietro, nessuna deroga, nessun trattamento di favore. Il Green pass sui luoghi di lavoro è obbligatorio e da questa decisione, assunta a tutela di tutti i cittadini e con la piena deliberazione, responsabilità e consapevolezza delle forze politiche di governo, non si può derogare. Vale nella pubblica amministrazione come nei porti come dovunque". Così la copresidente di Italia Viva, Teresa Bellanova, viceministra alle Infrastrutture e mobilità sostenibili.

"Chi minaccia il blocco delle attività e di attività nevralgiche per il Paese, ne assumerà le conseguenze. Altrimenti bisognerebbe spiegare agli oltre 43milioni di persone che hanno completato il ciclo vaccinale che hanno sbagliato a fidarsi dello Stato e della scienza, e che tutto è derogabile. Sarebbe la premessa del caos. Una premessa devastante e fortemente diseducativa”.

“La posizione del Governo è chiara e non può essere messa in discussione perché è quella che garantisce il ritorno alla normalità in ogni settore del Paese. Obbligo del green pass significa tutela della salute di tutti e sicurezza sui luoghi di lavoro. E’ a questo che dobbiamo derogare?".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli