Green Pass covid, online anche Qr code intestato a Hitler

·1 minuto per la lettura

Un Green pass europeo falso intestato ad Adolf Hitler circola da ieri sera sul web. Il Qr code del certificato verde, pubblicato da un utente su Twitter, è ancora per alcuni utenti perfettamente funzionante, letto anche dalle app ufficiali di verifica per il green pass, inclusa quella italiana C19. Secondo quanto si legge sul blog di un esperto di cybersecurity, www.zerozone.it, il certificato è stato pubblicato dall’utente 'Reversebrain' che, sul social, ha pubblicato un Qrcode invitando a verificarlo con l’app Verifica C19.

Secondo quanto si legge sul blog, ''verificando i dati relativi all’emittente del certificato, risulta essere stati emesso dalla Cnam (Caisse Nationale d’Assurance Maladie) francese'' il 25 ottobre scorso. Un altro pass falso ''indica l’azienda Janssen-Cilag International come produttrice del vaccino somministrato, in Polonia, dal Centrum e-Zdrowia''.

Il tutto sembra avere origine, si legge nel blog, ''da un thread su RaidForums, un market sul web ormai noto per essere punto di scambio e pubblicazione di data leaks e altro materiale non sempre lecito, dove peraltro c’è chi adombra la possibilità che anche la chiave privata del governo polacco possa essere stata sottratta''.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli