Green pass e mascherine Ffp2, Crisanti: "Bene misure ma c'è voluto boom contagi"

·1 minuto per la lettura

Riduzione della durata del Green pass, obbligo di mascherina Ffp2 in alcuni ambiti e nuove misure anti-Covid. "Sono soddisfatto, è la prima volta che le mie proposte sono state tenute in considerazione" commenta il virologo Andrea Crisanti sulle misure che l'Italia si appresta ad adottare per stringere il cerchio su Sars-CoV-2 e la nuova variante Omicron e raffreddare i dati epidemici in netta risalita.

Fra quelle più caldeggiate dall'esperto ci sono l'obbligo di mascherina Ffp2 in cinema, teatri, per eventi sportivi e soprattutto sui mezzi di trasporto, compresi i mezzi pubblici locali, e la riduzione della durata del Green pass vaccinale a 6 mesi. "Come posso dissentire da ciò che propongo da mesi?", dice all'Adnkronos Salute il direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell'università di Padova.

Unico rammarico: "Ci sono voluti otto mesi, di decisioni improvvisate, e contagi in crescita esponenziale", spinti dalla nuova variante Omicron di Sars-CoV-2 in ascesa nel Paese.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli