Green pass 'fantasma', Codacons: "Azione collettiva a favore dei vaccinati"

·1 minuto per la lettura

"Sono migliaia in tutta Italia i cittadini che, pur avendo ricevuto entrambe le dosi di vaccino, non riescono ad ottenere il Green Pass". Lo afferma oggi il Codacons, che denuncia come "si stiano moltiplicando i casi di Green pass 'fantasma' nel nostro paese". "A causa di problemi tecnici del sistema che rilascia la certificazione sanitaria al termine del ciclo vaccinale, numerosi cittadini non sono riusciti ad ottenere il Green Pass, pur avendone pienamente diritto -spiega il Codacons- Una situazione che impedisce e migliaia di utenti di usufruire dei servizi per i quali è richiesto il certificato (palestre, ristoranti, teatri, ecc.) o peggio ancora limita la libertà di circolazione, non potendo i cittadini coinvolti nel disservizio prendere treni e aerei e spostarsi in totale libertà, a meno che non si sottopongano a proprie spese al tampone".

"Addirittura -prosegue l'associazione- abbiamo casi di docenti che, pur essendo regolarmente vaccinati con le due dosi, non possono prendere servizio nelle scuole poiché la certificazione del Ministero riconosce loro solo una vaccinazione eseguita". Una situazione di caos contro la quale scende in campo oggi l’associazione, avviando una azione collettiva a tutela dei cittadini.

"Tutti coloro che non riescono ad ottenere il Green pass possono scaricare sul sito del Codacons il modulo di diffida da inviare ad Asl, Regioni e Ministero della salute per ottenere la certificazione cui hanno diritto -afferma il presidente Carlo Rienzi- In caso di mancata risposta alla diffida, sarà possibile procedere con una azione risarcitoria nei confronti degli enti coinvolti, per i danni morali e materiali subiti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli