Green Pass: Novelli (Fi), 'da Cunial e Colletti inaccettabili posizioni pro-casta'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 nov. (Adnkronos) – "Si è presentata agli elettori definendo i vaccini 'un genocidio', è entrata in Parlamento al grido di 'uno vale uno', oggi pretende di entrarci pur non avendo il green pass. Segno che per Sara Cunial tutti i cittadini sono uguali, ma i deputati sono più uguali degli altri. Alla faccia della battaglia anti-casta". Lo scrive il deputato di Forza Italia Roberto Novelli.

"Prendo atto della delibera del Collegio dei Questori di Montecitorio che concede alla deputata di partecipare ai lavori solo dalla tribuna e seguendo un percorso prestabilito. Ma non basta. Non basta perché se abbiamo previsto l'obbligo di green pass per milioni di lavoratori non possiamo concedere corsie preferenziali per i parlamentari. La breccia aperta dalla decisione assunta dal 'no-green pass' Andrea Colletti è pericolosa, non tanto per chi frequenta quotidianamente Montecitorio, ma per il messaggio che arriva alla cittadinanza", conclude Novelli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli