Green pass obbligatorio lavoratori pubblici e privati, le sanzioni

·1 minuto per la lettura

Assenti ingiustificati. Così figureranno i dipendenti che si presenteranno a lavoro sprovvisti del green pass, che dovrebbe diventare obbligatorio dal 15 ottobre sia per i lavoratori pubblici che per quelli privati.

Se invece verranno beccati sul posto di lavoro senza il passaporto vaccinale -entrati dunque sfuggendo ai controlli- allora per loro scatterà anche la multa. E' questa, a quanto apprende l'Adnkronos, una delle misure emerse nel corso della cabina di regia col premier Mario Draghi sull'estensione del passaporto vaccinale sui posti di lavoro, oggi all'ordine del giorno del Cdm in programma alle 16.

Le sanzioni per chi venisse sorpreso all'interno del luogo di lavoro senza green pass dovrebbero andare dai 600 ai 1.500 euro: è l'ipotesi su cui starebbe ragionando il governo, emersa nel corso del confronto con le Regioni e gli enti locali sul nuovo decreto.

Nessuna multa, invece, per chi si presenta al tornello sprovvisto di green pass, ma che verrà 'rimbalzato' a casa. Verranno sospesi i lavoratori che si presenteranno a lavoro senza green pass e riammessi solo quando saranno provvisti del passaporto vaccinale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli