Green pass per italiani all'estero, vaccinati o guariti: come ottenerlo

·1 minuto per la lettura

Anche gli italiani residenti e vaccinati o guariti all'estero potranno richiedere il Green pass obbligatorio dal 6 agosto. Come ottenerlo? Come averlo? A chiarire le regole è una circolare del Ministero della salute sulle modalità per il rilascio della certificazione verde Covid-19, indispensabile per l'accesso ad una serie di servizi ed esercizi commerciali, come i ristoranti al chiuso.

"I cittadini italiani anche residenti all’estero e loro familiari conviventi, indipendentemente dal fatto che siano iscritti al servizio sanitario nazionale o all’assistenza sanitaria al personale navigante, nonché tutti i soggetti iscritti a qualunque titolo al servizio sanitario nazionale, che sono stati vaccinati all’estero contro il Sars-CoV-2 o che sono guariti all’estero da Covid-19 potranno richiedere, se si trovano già sul territorio italiano, il rilascio delle certificazioni verdi Covid-19 per vaccinazione o per guarigione recandosi nelle aziende sanitarie locali di competenza territoriale secondo modalità stabilite dalle regioni e province autonome e presentando oltre al documento di riconoscimento e l’eventuale codice fiscale il certificato vaccinale rilasciato dall’autorità sanitaria estera e il certificato di guarigione rilasciato dall’autorità sanitaria estera", si legge.

"In caso di somministrazione della sola prima dose di vaccino già avvenuta all’estero, per ciclo vaccinale a più dosi, la certificazione verde Covid-19 relativa alla prima dose - si legge - potrà essere richiesta solo se non siano già scaduti i termini di validità stabiliti in relazione al tempo massimo per la somministrazione della seconda dose di quel vaccino; in ogni caso a richiedente dovrà essere garantita la somministrazione della dose per il completamento del ciclo vaccinale".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli