Greenpeace: deforestazione Gran Chaco colpa produttori di carni

Dmo/Red

Roma, 1 ago. (askanews) - Alcune grandi aziende argentine dedite alla produzione e alla lavorazione di carne sono legate alla deforestazione del Gran Chaco - la più grande foresta tropicale secca del Sud America e la seconda più grande foresta tropicale dell'America Latina dopo l'Amazzonia - ed esportano carne in Europa e Israele. Lo denuncia Greenpeace, che pubblica oggi il rapporto "Foreste al macello", frutto di un'indagine durata oltre un anno.

Il Gran Chaco copre un'area di oltre 1,1 milioni di chilometri quadrati e interessa tre nazioni: Argentina, Paraguay e Bolivia. È la casa di 4 milioni di persone, circa l'8 per cento sono appartenenti a Popoli Indigeni; il loro sostentamento, la cultura e le tradizioni dipendono dalla foresta.(Segue)