Greenpeace: tifone Kammuri, Filippine al centro di crisi climatica

Red/Bea

Roma, 3 dic. (askanews) - Le immagini che arrivano in queste ore mostrano per l'ennesima volta come le Filippine siano in piena emergenza climatica, con milioni di persone colpite dagli effetti catastrofici di eventi estremi sempre più forti e frequenti. Così Greenpeace sul passaggio di Kammuri sulle Filippine, il ventesimo tifone a colpire il Paese durante questo anno.

Le Filippine sono tra le regioni più vulnerabili alla crisi climatica e alle sue conseguenze, con i cittadini di questo Stato purtroppo in pericolo a causa di piogge estreme, inondazioni improvvise, ondate di fango e frane.

«A livello globale gli abitanti delle Filippine sono identificati come i più colpiti da questa crisi climatica. Una situazione di emergenza che si aggrava ulteriormente a causa di quelle multinazionali dei combustibili fossili che, per decenni, hanno mentito e cercato di nascondere quanto le loro operazioni abbiano alimentato e continuino a esacerbare i cambiamenti climatici. Tutto ciò mentre accumulano miliardi e miliardi di profitti, a discapito di milioni di persone che soffrono le conseguenze dell'emergenza climatica», dichiara Lea Guerrero, Country Director di Greenpeace Filippine. (Segue)