Greggio in rialzo su speranze stimolo Usa, ripresa domanda

·1 minuto per la lettura
La scritta "petrolio greggio" apposta su un serbatoio di petrolio greggio nel bacino del Permiano a Mentone

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio sono in rialzo, sostenuti dalle attese per un nuovo pacchetto di misure di stimolo negli Stati Uniti, il maggiore consumatore di petrolio al mondo, oltre che da una ripresa della domanda asiatica.

Alle 11,15 i futures sul Brent guadagnano 42 centesimi o lo 0,9%, a 45,41 dollari al barile, mentre i futures sul greggio Usa sono in rialzo di 55 centesimi, o dell'1,3%, a 42,49 dollari al barile.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha scritto in un tweet che membri democratici del congresso hanno espresso il desiderio di incontrarlo per discutere del pacchetto di stimolo economico legato alla crisi del coronavirus. I colloqui tra i democratici e l'amministrazione Trump si sono conclusi in un nulla di fatto la scorsa settimana.

"Il raggiungimento di un accordo sul pacchetto di stimolo non è una conclusione scontata, ma se si raggiungesse un'intesa accettabile per entrambe le parti i mercati azionari e il petrolio riceverebbero una spinta nel breve periodo", ha detto Tamas Varga di PVM.

Anche i segnali di una ripresa della domanda di petrolio in Asia sostengono i prezzi.

Il petrolio beneficia inoltre di un rally del mercato azionario europeo, che è in rialzo per la terza sessione consecutiva, trascinato dal comparto auto sulla scia dei buoni dati relativi alle vendite in Cina.

Il traffico aereo negli Stati Uniti, colpito duramente dalla pandemia di coronavirus, è sceso dell'80% a giugno rispetto a un anno fa, secondo i dati ufficiali, ma è comunque quasi il doppio rispetto ai livelli di maggio.