Gregoretti, botta e risposta Salvini-Di Maio

webinfo@adnkronos.com

Con Di Maio e Conte "ci sono rimasto male umanamente, mi è sembrato squallido, l'anno scorso dicevano 'arrestateci tutti', 'abbiamo scelto insieme'". Così Matteo Salvini, a 'l'Aria che tira' su La7, risponde a una domanda sul caso Gregoretti e sul rischio di processo per sequestro di persona. Il leader del M5S ha fatto sapere di essere contrario all'immunità per Salvini, come capitato nel caso Diciotti. "Anche la Diciotti - aggiunge Salvini - era una nave militare, come la Gregoretti'. 

Chiamato in causa, ribatte il ministro degli Esteri Luigi Di Maio: "Lo vedo un po' impaurito forse, ma è evidente che ognuno si deve prendere le proprie responsabilità". "Mi pare - ha aggiunto - che Salvini abbia sempre detto, 'mi voglio fare processare, non ho niente da temere, voglio andare a giudizio', lo disse anche sulla Diciotti. Adesso fa la vittima al contrario"."Penso sia ben chiaro - ha detto ancora - che la questione Gregoretti non è la questione Diciotti, questa fu una decisione del governo, quella fu propaganda del ministro Salvini, che ad un certo punto ha cominciato ad annunciare il blocco delle nostre navi militari via tweet. La Gregoretti non è una nave delle ong, è una nave dei nostri corpi di sicurezza e ci sono tutte le mie dichiarazioni di quei giorni, in cui dico, 'rispettiamo i nostri uomini in divisa'".