Gregoretti, Conte: "Ho già chiarito"

webinfo@adnkronos.com

"Io ho già chiarito". Lo dice il premier Giuseppe Conte in merito al caso Gregoretti a 'Sono le Venti' sul Nove. "Posso solo chiarire le circostanze specifiche e il grado del mio coinvolgimento. Poi, non mi posso sostituire alle decisioni che prende il senatore Salvini né ovviamente alle decisioni dei parlamentari, dei componenti della giunta e dell'aula". 

"In questo caso il ministro aveva fatto appena approvare il decreto Sicurezza bis che rafforzava le sue competenze. Salvini ha rivendicato anche pubblicamente come una sua competenza specifica il se e quando far sbarcare le persone a bordo della Gregoretti", aggiunge il premier. "Circa il mio ruolo sull'indirizzo generale, io ci sono. E questo vale anche per la circostanza specifica di un mio coinvolgimento riguardo alla redistribuzione dei migranti in Europa".  

Nell'intervista, tra le altre cose, Conte parla anche delle Sardine. "Non è partito nessun invito da parte mia né da parte del mio staff, lo vorrei precisare rispetto a quanto è stato scritto - dice il premier - Ma non è partito invito per spocchia o per distanza di un presidente del Consiglio che vuole creare barriere o distanze rispetto a tanti manifestanti di un Movimento così fresco che riempie le piazze, ma semplicemente da parte del Presidente c'è l'attenzione di non voler mettere nessun cappello".  

"Ma se vogliono l'incontro - aggiunge - sarei lieto di incontrarli. Mi farei raccontare delle loro sensibilità, di come vedono il dibattito pubblico, ci confronteremo serenamente".