Gregoretti, Gasparri: consulto Casellati non rallenta Giunta

Lsa

Roma, 9 gen. (askanews) - Il consulto con il presidente del Senato, Elisabetta Casellati, sulla richiesta di rinviare il voto sul processo a Salvini per il caso della nave Gregoretti, già previsto per il 20 gennaio, non rallenta l'iter dei lavori della Giunta per le autorizzazioni. Lo ha sottolineato il presidente della Giunta, Maurizio Gasparri, al termine della seduta. Oggi Gasparri ha presentato la sua relazione con la proposta di non concedere l'autorizzaziona a procedere. La relazione, ha spiegato lo stesso Gasparri, "deve essere discussa in Giunta i cui lavori proseguiranno secondo il calendario". L'eventuale rinvio si riferisce soltando alla data del voto del 20 gennaio. La richiesta di rinvio, partita dal M5s, è stata avanzata anche da Pd e LeU. Di fatto il rinvio vede favorevole anche Italia Viva che però ha voluto marcare subito una differenza con il resto dei gruppi di maggioranza. Il capogruppo Iv al Senato, Davide Faraone, in una nota ha precisato che "Italia Viva non ha chiesto alcun rinvio. Semplicemente prendiamo atto della decisione unanime della conferenza dei capigruppo di ieri di sospendere le attività del Senato nella settimana precedente il voto in Emilia e in Calabria. Dovessero esserci altre decisioni, le valuteremo con serenità".