Gregoretti, la maggioranza chiede il rinvio del voto su Salvini

caso gregoretti voto rinvio

La maggioranza è unita nel voler chiedere il rinvio del voto sul procedimento contro l’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini, sul caso Gregoretti. Mattia Crucioli, senatore del Movimento 5 stelle, ha chiesto di rinviare il voto sull’autorizzazione a procedere nei confronti del leader della Lega. Dal 20 al 26 gennaio è prevista infatti la sospensione delle attività delle commissioni di Palazzo Madama per le elezioni regionali del 26.

Gregoretti, maggioranza unita su voto

Anche il senatore di Italia Viva, Francesco Bonifazi, e la senatrice del Partito democratico, Anna Rossomando, hanno concordato con la richiesta di rinvio del voto su Salvini fatta dal Movimento 5 stelle. Secondo l’attuale calendario, il voto della Giunta sarebbe infatti previsto per il 20 gennaio. Tale data coinciderebbe però con l’inizio della sospensione delle commissioni prevista dalla Conferenza dei capigruppo.

Gasparri: “Giunta proponga diniego”

Il presidente della Giunta delle immunità del Senato, Maurizio Gasparri, ha chiesto invece di respingere la richiesta di autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini. La proposta di Gasparri, contenuta nella relazione esposta ai senatori, arriva in risposta alla richiesta del tribunale dei ministri di Catania. Quest’ultimo aveva infatti chiesto l’autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini per il ritardo con cui è avvenuto lo sbarco di 131 migranti la scorsa estate.

“Si ritiene doveroso prospettare l’opportunità che la Giunta coerentemente proponga all’assemblea il diniego della richiesta di autorizzazione a procedere di cui al documento in titolo”. Questa la conclusione della relazione illustrata Maurizio Gasparri. Il presidente della Giunta delle immunità del Senato ha inoltre sottolineato come il consigliere diplomatico del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, fosse al corrente della presenza dei migranti a bordo della nave Gregoretti.