Gregoretti, maggioranza e De Falco orientati a disertare Giunta

Lsa

Roma, 20 gen. (askanews) - Il senatore ex M5s, Gregorio De Falco, è orientato a non partecipate alla seduta della Giunta per le autorizzazioni convocata alle 17 di oggi sul caso della nave Gregoretti. Nella seduta odierna è previsto il voto sulla richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti dell'ex ministro dell'Interno, Matteo Salvini, su richiesta dei magistrati di catania. Il voto definitivo spetta poi all'Aula ma il fatto ormai ha assunto una connotazione politica che travalica la vicenda dei migranti sulla Gregoretti ai quali l'allora responsabile del Viminale non ha consentito lo sbarco immediato.

Alle 15 è convocata una riunione di maggioranza (Pd, M5s, Iv, LeU) della Giunta al termine della quale dovrebbe essere ufficializzata la decisione, già trapelata, di non partecipare ai lavori della Giunta, considerata una riunione illegittima. Anche il senatore ex M5s, De Falco, raggiunto telefonicamente ha spiegato di essere orientato" a non partecipare alla riunione.

"La Giunta è diventata una sorta di palcoscenico - ha spiegato - e in ballo c'è molto di più del processo a Salvini. Io voglio difendere l'istituzione e la cosa migliore potrebbe essere proprio quella di non presentarsi. Bisogna evitare di creare un procedente che sia pregiudizievole per l'Istituzione". Come già annunciato, Forza Italia e FdI nella seduta di Giunta voterebbero no al processo a Salvini. Resta da capire cosa deciderà di fare la Lega, dopo che Salvini ha chiesto ai suoi senatori di votare a favore del processo.