Gregoretti, Maiorino (M5s): dalla Lega vergognosa strumentalizzazione

Pol/Gal

Roma, 20 gen. (askanews) - "La vicenda Gregoretti è diventata una vergognosa strumentalizzazione delle istituzioni. Salvini a inizio gennaio invia alla Giunta una memoria in cui spiega perché ritiene di non dover essere processato, poi il 19 gennaio chiede ai senatori della Lega di votare a favore del processo. Il 13 gennaio Gasparri mette al voto in Giunta per le autorizzazioni la richiesta di valutare i documenti sulla salute dei migranti e poi, quando capisce che la richiesta sarebbe passata, smette i panni dell'arbitro e vota per respingerla. Il 17 gennaio, in Giunta per il Regolamento del Senato, la Casellati si dimentica di essere la seconda carica dello Stato e mette in campo il suo voto decisivo: ovviamente per il centrodestra. A tutto questo si aggiunge un fatto 'curioso': il 16 gennaio che cosa si sono detti Casellati e Salvini in un incontro prima smentito e poi confermato? No, con queste premesse non si può svolgere la seduta decisiva della Giunta. Ne parleremo nell'aula del Senato con il massimo di serietà e trasparenza". Così in una nota la vice presidente vicaria del MoVimento 5 Stelle al Senato Alessandra Maiorino.