Gregoretti, niente processo per Salvini “il fatto non sussiste”

·1 minuto per la lettura
featured 1333226
featured 1333226

Catania, 14 mag. (askanews) – “Il fatto non sussiste”: così il giudice delle indagini preliminari di Catania, Nunzio Sarpietro, ha prosciolto l’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini, decidendo “il non luogo a procedere” nel processo penale a carico del segretario della Lega nel caso Gregoretti, la nave della Guardia costiera italiana dove nell’estate 2019 fu impedito lo sbarco a 131 migranti.

Soddisfatto il leader leghista, che ha dedicato la sentenza a:

“Ai miei figli, agli italiani e agli stranieri per bene, e in particolare alle donne e agli uomini delle forze dell’ordine che ogni giorno combattono per rendere più sicuro il nostro Paese. E spesso lo fanno a mani nude”.

“La giustizia dice che un ministro che ha difeso i confini e

la dignità dell’Italia è un ministro che ha fatto semplicemente

il suo dovere – ha detto Salvini -. Sono contento e ribadisco che quando e se gli italiani torneranno a votare e restituirmi

responsabilità di governo farò esattamente la stessa cosa perché

la migrazione regolare, controllata qualificata è un fattore

positivo l’immigrazione fatta a mo’ di Lampedusa con 3mila

sbarchi in una settimana porta il caos”.

“Non uso questa sentenza per far pressione. L’unica pressione, se possiamo usare questo termine, è che ho convocato una riunione domani mattina con governatori, ministri, sindaci della Lega che presiederò personalmente perchè lunedì si torni a lavoro, alla libertà e alla riapertura”, ha aggiunto il leader della Lega, dopo che la cabina di regia sulle riaperture e il probabile spostamento del coprifuoco è slittata a lunedì.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli