Gregoretti: 'Non fu sequestro', Procura chiede non luogo a procedere per Salvini/Adnkronos (3)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Di avviso totalmente opposto sono le parti civili del processo. Secondo l'avvocata Daniela Ciancimino, che rappresenta Legambiente, l'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini, avrebbe, invece, "trattenuto illegittimamente a bordo" 131 persone, "tra cui una donna di 29 anni incinta all'ottavo mese, con due bambini di 6 e 10 anni, e non è stata fatta sbarcare a Lampedusa". La legale parla a lungo delle "sofferenze dei migranti ammassati sulla nave Gregoretti". "Erano sedici i minori a bordo – dice -tra cui bimbi piccolissimi". Le parti civili rappresentate in aula, oltre a Legambiente, sono l'associazione 'AcccoglieRete', Arci, e una famiglia di migranti che era a bordo della Gregoretti.

Ma l'ex ministro non è d'accordo. E all'uscita dall'aula bunker dice: "Torno tranquillo dai miei figli e spero che il 14 maggio si chiuda qua. Quando facevo il ministro, a differenza di altri che non ricordano, erano oneri e onori. Se vuoi fare una vita tranquilla fai altro. Se vuoi combattere la mafia, la camorra, la 'ndrangheta, gli spacciatori e gli scafisti sai che corri qualche rischio". "Oggi sentire dire la pubblica accusa – ha aggiunto – che ho rispettato le norme italiane e internazionali, ho salvato vite e fatto il mio mestiere e non commesso alcun reato mi ripaga di mesi e mesi di amarezze. E ribadisco: se gli italiani mi riattribuiranno responsabilità di governo in maniera diretta e competenze su materia di sicurezza e immigrazione rifaro' esattamente quello che ho fatto: combattere gli scafisti e costringere l'Europa a dire che esistiamo". La prossima udienza si terrà il 14 maggio, quando il gup Nunzio Sarpietro deciderà se rinviare a giudizio Salvini o se dichiarare il non luogo a procedere, come chiedono all'unisono Procura e difesa.