Gregoretti, nuova udienza a Catania: il leader della Lega atteso alle 9:30

·1 minuto per la lettura
Caso Gregoretti, terza udienza per Salvini: presenti Di Maio e Lamorgese
Caso Gregoretti, terza udienza per Salvini: presenti Di Maio e Lamorgese

Matteo Salvini è atteso alle 9:30 nell’aula bunker Bicocca di Catania per la terza udienza preliminare sul caso Gregoretti che lo vede indagato con l’accusa di sequestro di persona per aver impedito lo sbarco di 131 migranti quando svolgeva l’incarico di ministro dell’Interno. Al suo fianco l’avvocato Giulia Bongiorno, deputata e legale del leader della Lega.

Terza udienza del caso Gregoretti

Su richiesta del Gup saranno presenti anche Luigi Di Maio, all’epoca vicepremier, e Luciana Lamorgese, attualmente a capo del Viminale. Lo scorso 28 gennaio aveva invece avuto luogo la deposizione del Premier Giuseppe Conte a Palazzo Chigi. A seguito dell’udienza il giudice potrebbe decidere se optare per l’archiviazione, come chiesto dalla Procura, oppure se dar via ad un processo.

L’accusa formulata è quella di “aver abusato dei suoi poteri privando della libertà personale 131 migranti a bordo dell’unità navale Gregoretti della guardia costiera italiana dal 27 al 31 luglio 2021“.

La prima tappa del procedimento risale al 3 ottobre 2020 quando il giudice ascoltò per la prima volta il leader della Lega. Chiese poi di sentire anche Danilo Toninelli, Elisabetta Trenta e Giuseppe Conte, all’epoca ministri dei Trasporti e della Difesa e Premier. Tutti sono già stati ascoltati, i primi due il 12 dicembre mentre il terzo il 28 gennaio.

Salvini ha più volte ribadito che non ci fu alcun sequestro di persona, “non essendosi verificata alcuna illecita privazione della libertà personale nei giorni in cui i migranti rimasero a bordo della Gregoretti in attesa dell’organizzazione del loro trasferimento presso la destinazione finale“. A tutte le persone a bordo della nave, sostiene, furono infatti garantite cure, assistenza e controllo delle condizioni di salute.