Gregoretti, Rotondi: Salvini non va processato ma si dia calmata

Pol/Arc

Roma, 10 gen. (askanews) - "Personalmente ritengo che Matteo Salvini non vada processato per atti compiuti in un'azione di governo condivisa palesemente dall'esecutivo. Ciò detto, il leader della Lega si dia una calmata: non può opporre ai giudici 'milioni di cittadini pronti a farsi processare con lui'". Lo dice Gianfranco Rotondi, presidente della fondazione Dc, a proposito dell'autorizzazione del Senato al processo per Salvini.

"Sono affermazioni fuori luogo e comunque sconsigliabili - aggiunge - se non altro perché i giudici rischia di incontrarli a lungo, i milioni di italiani potrebbero essere meno costanti. E' preferibile ricondurre i fatti alla loro verità, e persuadere serenamente il Parlamento e l'opinione pubblica della palese infondatezza delle accuse".