Gregoretti, Salvini: "Lo rifarei"

webinfo@adnkronos.com

"Non ho ancora capito se sono un criminale o una persona perbene. Oggi pare che in Senato decidano. Io mi ritengo una persona perbene. Se mi mandano a processo, ci andremo in tanti. Sono orgoglioso di quello che ho fatto, rifarei esattamente così. Se qualcuno vuole i clandestini, se li prenda a casa sua e li mantenga a proprie spese". A dirlo è il leader della Lega Matteo Salvini, durante il suo tour elettorale di oggi nel bolognese, parlando dell'attesa pronuncia sulla richiesta di processo per l'ex ministro dell'Interno sul caso della nave Gregoretti. "E' gente senza onore e senza dignità - ha detto ancora -. Mi aspetto che decidano, pro o contro, colpevole o innocente, assolto o condannato ma decidano".