Gregoretti, Sisto: da Pd-M5s scelta ottusa, umiliano istituzioni

Rea

Roma, 21 gen. (askanews) - "La scelta ottusa della maggioranza di disertare la Giunta appartiene a una politica di basso profilo che non ha niente da spartire con la serietà che dovrebbe contraddistinguere il giudizio sulla validità delle scelte della magistratura sul comportamento dell'ex ministro Salvini. Partecipare ai lavori della Giunta era obbligatorio come pure esprimere la propria opinione mediante il voto". Così in un'intervista al Messaggero il deputato di Forza Italia Francesco Paolo Sisto che poi prosegue: "Evidentemente negli atti all'esame della Giunta ci sono le prove della corresponsabilità con Salvini di chi ancora oggi è al governo. Votare per mandare a processo Salvini probabilmente significava anche il processo a Conte&Co. Ma le istituzioni sono un terreno sul quale è necessario mantenere rispetto e misura, non possono essere una palestra in cui i tatticismi politici la fanno da padrone. Purtroppo le contraddizioni irrisolvibili di questo governo stanno imprigionando le dinamiche dell'Aula, relegandola a un ruolo di triste e passiva comprimarietà. Forza Italia ha mantenuto un atteggiamento garantista come siamo abituati a fare con chiunque", conclude.