Gregoretti, Stefani: sede processuale per rinvenire la verità

Lsa

Roma, 12 feb. (askanews) - L'attività della Giunta per le autorizzazione "è stata condizionata da valutazioni politiche. I gruppi hanno anticipato la loro decisione prima di entrare nel merito dei fatti". Lo ha sostenuto in Aula la relatrice sul caso della nave Gregoretti, la senatrice leghista Erika Stefani. "Esautorata la Giunta dalla sua funzione principale e piegata a ragioni politiche - ha aggiunto Stafani nel suo intervento all'Assemblea di Palazzo Madama -, la sede necessaria per rinvenire la verità e portare sul piano istituzionale la questione risulta essere solo la sede processuale. Ritengo pertato - ha concluso Stafani - che occorra ritornare nell'alveo di garanzie assicurato dalla legge, ci si rimette alla cognizione del giudice di merito, imparziale e terzo".