Gregoretti, Zaia: maggioranza irresponsabile, sì al processo

Vep

Roma, 22 gen. (askanews) - "Una delle più brutte pagine della storia del Paese", "la sublimazione dell'irresponsabilità": così il governatore del Veneto Luca Zaia definisce, in una intervista al Corriere della Sera quanto accaduto in giunta al Senato sull'autorizzazione a processare Matteo Salvini per il caso Gregoretti con l'accusa di sequestro di persona. Zaia sottolinea: "Certo, l'uomo della strada vuole chiarezza" e la sede giusta per farla "è un tribunale".

"una maggioranza che non si presenta al voto è qualcosa di inaudito" perchè, aggiunge, "si gioca con le istituzioni": il caso Gregoretti è importante perchè "non riguarda il politico Salvini ma un principio giuridico", il fatto che "lui ha difeso i confini nazionali" e condannarlo "equivale a certificare una perdita della sovranità". Infine Zaia si augura che "in Aula a febbraio la maggioranza giallorossa si faccia viva e voti a favore. Dopodichè, cadranno anche tutti gli alibi. D'ora in avanti il Parlamento dovrà sempre essere giustizialista".