Greta Thunberg: chi sono i finanziatori della piccola attivista

greta-thunberg

Una ragazza di 16 anni che diventa tutto a un tratto un simbolo della lotta al clima. Una così giovane ragazzina riesce a smuovere intere piazze a combattere per il proprio pianeta. Greta Thunberg e il clima sono ormai un binomio assodato nell’attualità odierna. Il dubbio si è insinuato in molti: gli ideali per cui lotta sono reali o celano altri interessi? Un’inchiesta della Global Research dal titolo “Il capitale finanziario si maschera di verde” ha risposto a tale interrogativo. Sembra infatti che la pratica climatica sia il settore individuato dalle super potenze finanziarie per consolidare la propria presa.

Greta Thunberg: chi muova la sua lotta

Stando a quanto rivelato dall’inchiesta, la pratica climatica è il settore che le superpotenze hanno individuato per consolidare la propria presa sul mondo. Per farlo, però, era necessaria una figura che potesse essere empatica tanto da poter innescare una vera e propria propaganda. E chi meglio di una 16enne innocente? Il dubbio, dunque, si è ormai insinuato e il meccanismo, che finora ha funzionato perfettamente, sembra essersi inceppato.

Cosa c’è dietro

A muovere il pensiero ambientalista di Greta sarebbero, secondo la maxi ricerca, gli algoritmi finanziari e l’allarmismo sulla fine del pianeta Terra sarebbe solo una forma di terrore per muovere il potere capitalistico e finanziario. Se così fosse, però, significherebbe che la giovane svedese è stata semplicemente usata per lanciare la più grande operazione propagandistica-finanziaria della storia.

La finanza green

Stando ai dati della Climate Bonds Initiative, le obbligazione verdi in circolazione risultano essere oltre 500 miliardi. L’obiettivo è quello di creare soluzioni sul cambiamento climatico e in tale operazione risultano coinvolti decine di colossi: nel 2015, infatti, la Bank for International Settlements Financial Stability Board ha creato la Task Force sulla divulgazione finanziaria legata al clima per consigliare “investitori, operatori della finanza e assicurazioni sui rischi legati al clima“. Cosa c’entra Greta in tutto questo? Lei gira il mondo in barca a vela sfruttata per arrivare al denaro ed entrare in possesso delle conoscenze necessarie per affermare il proprio potere sul mondo.