Greta Thunberg, la confessione: “Ho la sindrome di Asperger”

greta thunberg

Nota a tutti per la sua lotta per l’ambiente, Greta Thunberg si è confessata rivelando la sindrome con cui deve convivere dalla nascita: “Ho la sindrome di Asperger, ma è un superpotere” ha raccontato la ragazzina attraverso un tweet, descrivendo questo suo aspetto come un punto di forza che spesso la aiuta nel combattere la sua battaglia in difesa dell’ambiente. Il messaggio in pochissimi ore ha raggiunto più di 500 mila like e tantissimi commenti a favore della giovane attivista.

Greta Thunberg, la confessione

Ho l’Asperger e questo significa che sono diversa dalla norma. E, nelle giuste circostanze, essere diversa si rivela un super potere” ha scritto nel post, mentre si trova a New York per portare i propri principi contro i cambiamenti climatici alla riunione dell’Onu. Per la prima volta, la 16enne svedese, si è raccontata apertamente senza filtri. Come raccontato da lei stessa, all’inizio digerire la diagnosi e imparare a convivere con la sindrome non è stato affatto facile. Ora però tutto è passato, “ho trovato un senso, un significato in un mondo che talvolta sembra superficiale e senza senso a molta gente“.

“Ho trovato la mia strada”

A scuola ero sempre sola, senza amici, mi sedevo in un angolo. A casa lo stesso, stavo male, avevo un disturbo alimentare. Tutto è passato ora, perché ho capito qual è la mia strada” ha raccontato la ragazza. “Quando gli haters se la prendono per il tuo aspetto e la tua differenza, significa che non sanno dove andare. E tu sai che stai vincendo” ha poi sottolineato la 16enne svedese.