Greta Thunberg mercoledì all'Europarlamento e in Commissione Ue

Loc

Bruxelles, 28 feb. (askanews) - L'attivista svedese leader del movimento giovanile globale contro i cambiamenti climatici, Greta Thunberg, sarà a Bruxelles mercoledì 4 marzo per incontrare in mattinata il collegio dei commissari europei, in occasione della prima "legge sul clima" per tutta l'Ue, che l'Esecutivo comunitario proporrà lo stesso giorno. L'incontro con la Commissione è stato annunciato oggi dalla portavoce Dana Spinant. Successivamente, nel pomeriggio, Greta incontrerà gli eurodeputati della commissione Ambiente del Parlamento europeo.

La Legge europea su clima dovrebbe essere l'architrave del "Green Deal", il piano d'azione ambientale e climatico, nonché nuova strategia di crescita economica, che costituisce la prima priorità politica della Commissione Ue di Ursula von der Leyen. La Legge europea darà valore legale vincolante all'obiettivo della "neutralità climatica" (zero emissioni nette), garantendo che l'Ue lo raggiunga entro il 2050.

Per conseguire l'obiettivo del 2050, la Legge conterrà una serie di impegni vincolanti, a cominciare dalla fissazione di obiettivi più ambiziosi di quelli attuali per la riduzione delle emissioni di gas serra (l'obiettivo dovrebbe passare dall'attuale 40% ad almeno il 50-55 per cento rispetto ai livelli del 1990), e probabilmente anche per l'aumento dell'efficienza energetica e della quota di energia da fonti rinnovabili nel consumo complessivo dell'Ue.

Verranno riviste le norme sulle emissioni delle auto, e vi saranno altre proposte per la transizione ecologica della mobilità complessiva, come il passaggio su rotaia o l'utilizzo delle vie navigabili per buona parte dell'attuale trasporto su gomma. Inoltre la Legge sul clima potrebbe contenere anche proposte per una radicale riforma della Politica agricola comune (Pac), visto che il settore dell'agricoltura e dell'allevamento è oggi responsabile di importanti emissioni di gas serra e di un forte impatto sull'ambiente naturale. Dovrebbero esserci, infine, anche misure per una strategia industriale europea favorevole all'innovazione con tecnologie pulite.

Il giorno dopo, giovedì 5 marzo, i ministri dell'Ambiente dei Ventisette discuteranno il Green Deal europeo e dovrebbero avere anche un primo scambio sulla proposta della Legge sul clima.