Grillo: Conte ha restituito dignità, non scambiarlo come figurine

Afe

Roma, 23 ago. (askanews) - Il premier dimissionario "Giuseppe Conte" è stato "il primo in tanti anni che nessuno riesce a deridere" e ha restituito all'Italia "una parte della dignità persa di fronte al mondo intero". Lo scrive Beppe Grillo, in un post sul suo blog.

"In effetti - scrive - non si lancia in strambe affermazioni, mostra e dimostra un profondo senso di rispetto per le istituzioni, insieme ad una chiara pacatezza ricca di emozioni normali, senza disturbi della personalità. La politica è mediazione o mediocrizzazione? E' tenere il proprio punto o diventare camerieri alle cene della corte di Bruxelles? E' parlare continuamente oppure quando serve?"

Conte è arrivato a Palazzo Chigi, afferma, "dopo una serie di personcine davvero incredibili" che hanno portato a "incredibili figuracce internazionali": e cita Berlusconi, "l'homus olgettinus"; "Rigor Montis" che "ha portato milioni di persone a stare davvero male"; Enrico Letta, "un po' di nulla come pausa" fino al "finto rottamatore" che è "salito su a furor di europee, mancette e menzogne".

Oggi, aggiunge Grillo, "sembra che nessuno voglia perdonare a Conte la sua levatura ed il fatto che ci abbia restituito una parte della dignità persa di fronte al mondo intero. Ha reso possibili delle riforme che questo paese aspettava dai tempi dell'Antica Roma. Ci ha ricordato il senso e l'importanza delle parole (quando hanno importanza e senso) e allora? Se dimostreremo la capacità di perdonare le sue virtù sarà un passo in avanti per il paese, qualsiasi cosa che preveda di scambiare lui, come facesse parte di un mazzo di figurine del circo mediatico-politico, sarebbe una disgrazia. Ora ha pure un valore aggiunto...l'esperienza di avere governato questo strano paese...benvenuto tra gli Elevati".