Grillo non convince i suoi, aria di scissione

·2 minuto per la lettura
Getty images (Photo: Getty images)
Getty images (Photo: Getty images)

Che i rapporti personali fossero ridotti al lumicino lo testimonia l’ultima telefonata di qualche giorno fa. Nel corso di un’ora ruvidissima, Giuseppe Conte ha tirato dritto: “Beppe mi devi dare il simbolo, io sono l’unico che può allargare il consenso del Movimento”. A quel punto il garante ha alzato la voce: “Ma chi pensi che sia andato a nuoto a Messina, chi pensi che abbia fatto tutto questo, tu o io?”. I due non si parlano da allora, o meglio, lo fanno solo via mail, conferenze stampa e, in ultimo, post.

Il fondatore lunedì si è fermato un secondo prima di premere invio, assecondando il pressing dei mediatori che si sono spesi fino all’ultimo per evitare la rottura. Ma la rabbia dopo le accuse dell’ex premier di voler fare un’operazione di facciata, di essere un padre padrone della sua stessa creatura non è scemata. Anzi, il vaffa che Grillo ha lanciato in faccia a Conte coinvolge anche chi in questi ultimi giorni gli ha assicurato che quella dell’avvocato era la soluzione giusta: “Mi sento: come se fossi circondato da tossicodipendenti che mi chiedono di poter avere la pasticca che farà credere a tutti che i problemi sono spariti pensando che Conte sia la persona giusta per questo”.

La rottura è totale, l’ex premier, issato su a Palazzo Chigi, osannato, difeso, ritenuto la persona giusta per far ripartire la storia M5s, viene demolito: “Non ha né visione politica, né capacità manageriali, non ha esperienza di organizzazioni, né capacità di innovazione”, il suo sarebbe stato un “partito unipersonale” con “uno statuto seicentesco”.

Un partito che con tutta probabilità prenderà forma e inizierà a muoversi sulle sue gambe senza le insegne pentastellate. Perché i suoi fedelissimi non escludono, anzi accreditano, che a questo p...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli