Grillo: procurat. agg. Palermo 'a vittime violenze sessuali serve tempo per denuncia' (6)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "L’approccio delle istituzioni con la vittima non può e non deve essere burocratico o formale, perché la vittima ha bisogno di sentire il sostegno delle istituzioni nella solitudine che purtroppo inevitabilmente accompagnerà la sua esperienza nei meandri del percorso processuale. Per questo è fondamentale la collaborazione interistituzionale, tra Uffici giudiziari, scuola, centri antiviolenza, strutture sanitarie, servizi sociali, in modo tale da offrire alle vittime di violenza ogni possibile forma di sostegno e per contribuire a creare anche una cultura contro ogni forma di violenza". "Infine, per noi operatori del diritto, è fondamentale creare prassi virtuose che favoriscano la fiducia delle vittime nelle istituzioni. E ci tengo a segnalare che alla Procura di Palermo opera un pool di magistrati altamente specializzato nella trattazione di questi reati – sottolinea ancora -Operiamo l’ascolto della vittima creando un setting di ascolto che sia capace di far percepire alla vittima non solo la competenza tecnica dei magistrati, ma anche il profondo rispetto per la sua vulnerabilità, per la sua storia di dolore, per la sua ferita".

"In particolare, abbiamo predisposto luoghi confortevoli per l‘accoglienza e l’ascolto della vittima (la Procura di Palermo è dotata di una sala protetta per l’audizione dei minori vittime di reato), la medesima specializzazione è richiesta alle forze dell’ordine che collaborano con noi allo svolgimento delle indagini. Abbiamo anche sottoscritto un protocollo con l’ordine degli psicologi, affinché i magistrati requirenti possano sempre contare sull’apporto professionale degli psicologi nel momento delicato dell’ascolto della vittima", dice ancora Laura Vaccaro. "Tutto questo, a mio avviso, contribuisce a creare una sorta di empatia tra le istituzioni e la vittima, un clima di fiducia, fondamentale per l’acquisizione del narrato traumatico della stessa".