Grillo: "Stop piagnistei su alleanza con Pd"

webinfo@adnkronos.com

Beppe Grillo scherza con il pubblico dell'Arena Flegrea a 'Italia 5 Stelle' e chiede "basta" con i piagnistei sull'alleanza con il Pd. "Non voglio che rimanete qui a dire sempre Pd, Pd... stavolta vaffanculo a voi", guadagnando gli applausi degli spettatori. 

“Siamo cambiati ma non dovete esseri depressi, la depressione è cosmica, ci viviamo dentro, ci sei dentro e non ti puoi far la tua. È giusto essere depressi, se tu non lo fossi saresti pazzo. Guarda la nave di Teseo, col tempo ha cambiato tutti i pezzi: era quella giusta o un’altra nave? Noi siamo come la nave di Teseo, abbiamo cambiato i pezzi dentro, ma questo è un momento straordinario" ha detto Grillo, che ha aperto in veste da Joker in video il suo intervento dal palco.  

Introdotto all'attore Patrizio Rispo, il filmato è iniziato con il garante 5S di spalle che, voltandosi, ha scoperto la sua faccia truccata da Joker. "Non vengo altrimenti mi chiedete che piani ho - ha detto Grillo nel video - ma io non ho piani, voi ne avete a centinaia. Pensate a modificare il clima mentre quattro miliardi e mezzo di asiatici stanno moltiplicando i loro consumi di carbone, acciaio, materie prime, suv, ferrovie e gasdotti. Voi andate in bicicletta, avete i piani. Io non vivo nei piani, vivo in questa legge della termodinamica dove si sfascia tutto e tutto deperisce e si trasforma in altre cose. Non faccio piani, sono il caos". Al termine del video Grillo è apparso in scena accolto dall'ovazione degli spettatori.  

''Cambia tutto, sta cambiando il mondo, la Cina avanza, il commercio cambia in modo velocissimo e noi stiamo ancora qui a 'onestá onestá'" ha detto Grillo. "Parliamo di fermare il clima, e io che mi sono occupato di ambientalismo per tutta la vita vi dico che è difficile, quasi non è più possibile" ha aggiunto. "Mentre parliamo di risparmiare e di usare la bicicletta, quattro miliardi di asiatici stanno triplicando il Pil, pompano il Pil, i servizi, vogliono la nostra qualità della vita, e non puoi dire: in nome dell'inquinamento non lo puoi fare. Che discorso è?". 

Infine, "se non condividete questa idea del voto ai sedicenni, ci sta proprio un bel vaffanculo a voi" ha detto Grillo, chiudendo così il suo intervento. "Se l'età media dei premi Nobel per la chimica o la fisica è 45 anni - ha aggiunto Grillo - vuol dire che prendono il Nobel dopo 10 anni di studio e che hanno idee straordinarie già dai 18 e dai 20. Siamo l'unico Paese in cui per votare al Senato dobbiamo avere 25 anni, metà mondo è sotto i 24 anni e noi a dire che i 16 anni sono scemi, poi votano i genitori".