Grimoldi (Lega): Pd critica Usa ma tace su violenze cinesi

Pol/Bac

Roma, 8 giu. (askanews) - "Leggo con stupore che i parlamentari del Pd scrivono: 'Gli Stati Uniti non possono restare una democrazia incompiuta per una larga fetta della popolazione. Facciano i conti con razzismo e diritti umani'. Dopo mesi di silenzio da parte del Governo italiano sulle violenze del regime comunista ad Hong Kong e le minacce a Taiwan questo appello suona quanto meno ambiguo. Perch si condanna la democrazia USA che garantisce ogni diritto mentre il Governo di cui il PD la colonna portante tace sulla repressione comunista cinese? Forse il Pd non vuole infastidire gli alleati filo cinesi cinquestelle?". Lo dichiara Paolo Grimoldi, deputato della Lega, componente della commissione Esteri della Camera e presidente della delegazione italiana all'Osce.