Grimoldi: via mamma e papà da documenti? Sentiamo cittadini

Pol/Vep

Roma, 27 set. (askanews) - "Le prime parole che ogni bambino impara a pronunciare - e succede da più di tre millenni, in qualunque lingua, in ogni latitudine del pianeta - sono mamma e papà. Ora arriva la senatrice Cirinnà a ricordarci che una delle più gravi colpe della Lega al Governo, definendolo 'uno dei provvedimenti più odiosi', è stata quella della reintroduzione dell'addizione di padre e madre sui documenti di identità dei minori, dopo che il Pd faticosamente aveva fatto inserire Genitore 1 e Genitore 2. Adesso vogliamo nuovamente abolire mamma e papà per tornare a elencare i numeri dei genitori? Perché non chiediamo ai cittadini cosa ne pensano? Perché non consultiamo il popolo cara senatrice Cirinnà?". Lo dichiara Paolo Grimoldi, deputato della Lega, componente della Commissione Esteri della Camera e Segretario della Lega Salvini in Lombardia.