Grinzane Cavour, gioielliere uccide due ladri e ne ferisce un altro: le gravi accuse

·1 minuto per la lettura
Rapina a Grinzane Cavour
Rapina a Grinzane Cavour

Una rapina avvenuta in una gioielleria a Grinzane Cavour, in provincia di Cuneo, si contorna di nuovi particolari. L’episodio è datato 28 aprile 2021: in quella circostanza due rapinatori morti e un terzo ferito. La procura di Asti ha intanto scoperto che il gioielliere non possedeva un regolare porto d’armi e quindi il possesso dell’arma non era legale.

Rapina a Grinzane Cavour, cosa è accaduto durante l’episodio

La persona ferita è accusata di rapina pluriaggravata e si trova attualmente in carcere. Il gioielliere Mario Roggero è invece accusato di omicidio doloso plurimo, tentato omicidio, nonchè di porto abusivo di armi.

Rapina a Grinzane Cavour, altri dettagli del furto

Secondo l’attività investigativa è emerso che il gioielliere, al termine della rapina, “inseguiva all’esterno dell’esercizio i tre rapinatori che, già usciti dalla gioielleria con la refurtiva, stavano dandosi alla fuga“, si legge nel comunicato della procura. Un episodio analizzato dagli inquirenti per fare luce.

Rapina a Grinzane Cavour, le accuse rivolte al gioielliere

L’uomo avrebbe colpito a morte i ladri disarmati, superando “volontariamente i limiti della legittima difesa patrimoniale“. Come se non bastasse, l’uomo era privo di alcun porto d’armi che invece è stata trovata nella gioielleria, da qui l’accusa di porto abusivo di armi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli