Gronda di Genova, Toti a ministro De Micheli: lavori partano subito

Red/Gtu

Roma, 25 set. (askanews) - "Al ministro De Micheli, che parla di un progetto da rivedere e condividere, ricordiamo sommessamente che sono circa 15 anni che Genova e la Liguria si confrontano con tutte le parti in causa sul progetto della Gronda di Ponente", così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti commenta le dichiarazioni del ministro delle infrastrutture Paola De Micheli a proposito del progetto della Gronda di Ponente.

"Oggi - ricorda Toti - dopo innumerevoli approvazioni e un infinito dibattito pubblico, il progetto è arrivato alla sua definizione finale: la Regione ha già proceduto a espropri per 50 milioni di euro, il tracciato è libero e si attende ormai da oltre un anno la sola firma del ministro competente per dare il via ai lavori di un cantiere che i cittadini stanno già pagando". Quindi "l'unico tavolo possibile è quello incaricato di far partire i lavori subito. Ogni altro confronto è utile solo a diluire il veto dei Grillini su un'opera indispensabile come questa, e sarebbe inaccettabile: la nostra risposta - avverte il presidente della Regione - non potrebbe che essere una grande mobilitazione per veder riconosciuti i diritti dei liguri e degli italiani".