Gronda, Toti: M5s per punire Aspi le vuol far risparmiare 4 mld

Fos

Genova, 11 ott. (askanews) - "Chi realizza la Gronda mi interessa molto relativamente, a me interessa che la Gronda venga fatta subito ma trovo particolarmente surreale che per punire Autostrade della tragedia del ponte Morandi, si decida di farle risparmiare circa 4 miliardi di euro. E' una ben strana punizione quella di consentire un guadagno non previsto ad un'azienda che si ritiene non abbia fatto quello che doveva". Così il governatore della Liguria, Giovanni Toti, ha commentato, a margine di un convegno a Genova, l'intervista rilasciata a Il Secolo XIX dal deputato ligure e tesoriere del M5s, Sergio Battelli, secondo cui non sarà Aspi a realizzare la Gronda autostradale di Genova.

"Siccome ci abbiamo messo solo una quindicina di anni a fare il progetto e una trentina a farlo partire - ha ironizzato Toti - oggi lo cambiamo perché non sia mai che si arrivi troppo in fretta alla realizzazione dell'opera. Oltre il danno, anche la beffa. Tutto quello che stanno raccontando, i tavoli, le mozioni parlamentari, sono solamente parole per tenere appiccicate forze politiche che la vedono in maniera completamente diversa e non arriveranno mai a una sintesi".

"La Gronda - ha sottolineato il governatore ligure -deve essere costruita senza se e senza ma, secondo il progetto a cui è stata riconosciuta la pubblica utilità, che è depositato al Mit. L'unico tavolo di cui c'è bisogno è quello su cui appoggiare la firma del ministro per far partire i cantieri. Tutto quello che sta facendo oggi il governo - ha concluso Toti - non è altro che fumo per rimandare un problema, scavalcare qualche elezione regionale un po' spinosa, per poi rivelare che si ricomincerà a parlare di Gronda da capo e perderemo altri dieci anni. Non ce lo possiamo permettere e non lo permetteremo".