Gruber e le frasi su Giordano, segnalazione Lega a Ordine giornalisti

·1 minuto per la lettura

La Lega promuoverà una segnalazione all’Ordine dei giornalisti per le parole di Lilli Gruber nei confronti di Mario Giordano. L’obiettivo è chiedere una valutazione all’organo regionale in cui è iscritta la conduttrice de La7 per valutare la sussistenza o meno della violazione del codice professionale. Lo rende noto il partito di Matteo Salvini.

"Se faccio un verso sai chi è questo Giordano...", aveva detto Gruber tentando di imitare il conduttore di 'Fuori dal coro'. "Non vorrei mancare di rispetto a nessuno - aveva poi aggiunto Gruber, rispondendo a una domanda -, per me Mario Giordano non è un collega, e sa perché? Perché intanto ho grande rispetto del giornalismo e dei giornalisti che lo fanno in modo serio. E uno dei principi fondamentali del giornalismo serio è quello di distinguere l'informazione dallo spettacolo. Non vanno mescolati questi due generi perché il giornalismo è una cosa, lo spettacolo un'altra cosa. Ormai da troppi anni siamo abituati a vedere in televisione il cosiddetto 'infotainment' che ha distrutto il giornalismo serio. Diffidate da quelli che vi vogliono vendere la realtà, le informazioni facendovi divertire. Ma cosa c'entra lo spettacolo con l'informazione, con il giornalismo? Zero. Io vengo - aveva continuato Gruber - da una generazione di giornalisti che facevano dibattiti su come difendere l'informazione seria, distinguendo nettamente da pubblicità e spettacolo. C'è una parte della categoria che fa bene il proprio mestiere e dobbiamo continuare a difendere i principi deontologici per il bene di tutti noi. Mi dispiace per Giordano, ma questo penso di lui e diffido da tutti quelli che spettacolarizzano i fatti, l'informazione", aveva concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli