Gruppo consumatori europei si unisce a causa Antitrust Ue contro Apple

·1 minuto per la lettura
Il logo Apple Inc all'ingresso dell'Apple Store sulla 5th Avenue a Manhattan

BRUXELLES (Reuters) - L'Organizzazione europea dei consumatori (Beuc) si è unita all'antitrust Ue nella causa contro Apple, accusata di aver abusato della sua posizione dominante nel mercato dello streaming musicale.

La Commissione europea ha presentato le prime accuse dell'antitrust contro Apple ad aprile a seguito di una denuncia iniziale da parte della rivale Spotify.

Apple ha respinto le accuse della Ue, affermando che il suo App Store ha consentito a Spotify di diventare il più grande servizio di abbonamento musicale al mondo. Sono state date 12 settimane alla società per rispondere alle accuse.

La Beuc ha detto che è stata autorizzata a partecipare come terza parte interessata al caso. La causa potrebbe portare a una pesante multa per Apple - fino al 10% del fatturato globale - e costringerla a cambiare le sue pratiche commerciali.

"Siamo ansiosi di lavorare con la Commissione per garantire che i consumatori europei abbiano accesso a una gamma completa di servizi di streaming musicale senza che le loro scelte siano ingiustamente limitate o che i prezzi vengano gonfiati artificialmente", ha detto il direttore generale della Beuc, Monique Goyens.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli