Gse, dal settore energetico spinta decisiva per la ripresa

Redazione
·2 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - Promuovere una sinergia tra le istituzioni per sfruttare al meglio le risorse comunitarie, nazionali, regionali e gli incentivi esistenti, ma anche favorire una semplificazione normativa per garantire una più rapida diffusione dell'innovazione tecnologica. Sono questi i principali temi emersi durante la WebConference organizzata da Gse nell'ambito della Digital Edition Key Energy 2020 di Ecomondo.

"La crisi sanitaria causata dal Coronavirus è andata ad impattare pesantemente ed in maniera generalizzata sulle capacità di realizzare gli investimenti - ha spiegato il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Alessandra Todde -. Il Pniec rappresenta un elemento cruciale verso la transizione energetica e per raggiungere gli obiettivi al 2030 e 2050. Quindi, la spinta delle rinnovabili e dell'efficienza energetica sono essenziali per il rilancio della nostra economia".

"La Presidenza del Consiglio, in riferimento al Superbonus, ci propone un esempio di governance efficace, partecipata e lungimirante, chiedendo al Mise, Enea, Agenzia delle Entrare e GSE di massimizzare e integrare al meglio le singole competenze per consentire la migliore fruibilità dello strumento di detrazione - ha dichiarato Roberto Moneta, Ad del Gse -. Le dirompenti trasformazioni del settore energetico stanno imponendo approcci sinergici, integrati e condivisi, ma anche un importante cambio di passo e di mentalità a partire proprio dall'interno dei tessuti aziendali e imprenditoriali". In un contesto di grandi trasformazioni e volatilità, il Gse punta infatti a garantire un efficace utilizzo delle risorse già disponibili e dei fondi che si stanno stanziando per indirizzare gli operatori verso decisioni di investimento allineate al percorso di transizione energetica del Paese.

Inoltre, il dialogo continuo, a livello territoriale, che il Gse porta avanti con regioni e Pubblica Amministrazione, imprese e cittadini, fa sì che molti interventi di riqualificazione energetica e di utilizzo delle fonti rinnovabili di edifici pubblici abbiano beneficiato con successo dei finanziamenti dei fondi regionali in sinergia con i meccanismi gestiti dal Gse.

(ITALPRESS).

trl/ads/sat/red