Gualtieri, puntiamo a un sistema totalmente cashless

Per il contrasto all'evasione fiscale "vogliamo arrivare a un sistema totalmente cashless, senza contanti e con i pagamenti digitali". È questa la direzione verso cui ci muoviamo e che vogliamo accelerare". Lo ha sottolineato il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, ospite di Massimo Gramellini ad "Aspettando le parole", su Rai3.

"Dobbiamo sostenere i pagamenti digitali con incentivi e ridurre i costi delle commissioni - ha proseguito - da luglio scatta un credito d'imposta e i commercianti avranno una parte dei costi del Pos rimborsato". L'obiettivo, ha insistito il ministro, "è il progressivo superamento del contante". E ha ribadito che il Governo non farà condoni, ma sta valutando la proposta della task force di Colao sulla voluntary disclosure per il contante. 

Il ministro ha quindi affermato che non ci sarà alcun prelievo sui conti correnti. E che "una seria azione di contrasto all'evasione fiscale" ha proprio l'obiettivo "di ridurre la pressione fiscale. Abbiamo più di 100 miliardi di evasione fiscale - ha ricordato - e un sistema di imposte progressivo, e la progressività la manterremo. Vogliamo ridurre le aliquote, soprattutto su chi produce e lavora e cercare di colmare questo gap - ha aggiunto - la fatturazione elettronica è stata un successo e penso che questa crisi ci dice anche che il Paese è pronto a fare un passo in avanti ulteriore sui pagamenti elettronici".