Gualtieri: sì a ius soli, Roma istituirà festa della cittadinanza

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 3 mag. (askanews) - Una spinta all'approvazione in Parlamento dello ius soli, e un "sì" ad alcuni provvedimenti, perché i giovani che ne hanno diritto possano ottenere la cittadinanza italiana, e vengano celebrati in una giornata tutta dedicata a loro, il 17 marzo. L'ha annunciato il sindaco di Roma Roberto Gualtieri, intervenendo in Assemblea Capitolina in occasione della discussione di una mozione consiliare dedicata al rafforzamento dei diritti di cittadinanza. "Grazie ai consiglieri che hanno preparato questa importante mozione, e che l'hanno illustrata e sostenuta, a partire da un punto semplice ma importante: la cittadinanza è un diritto, non è un regalo - ha spiegato Gualtieri -. Noi abbiamo una legislazione che oggettivamente è più indietro della realtà di tanti giovani italiani che non possono essere riconosciuti tali, ma che la sensibilità dei cittadini sa che dovrebbero essere riconosciuti come tali. Abbiamo il dovere, come Roma Capitale, di non essere passivi di fronte a questa situazione". La mozione, sottoscritta da tutti i gruppi tranne Lega e Fdi "ci richiama al dovere di chiedere a gran voce, come molti altri Comuni che lo stanno facendo, che l'Italia si doti di una nuova legge sulla cittadinanza, anche a partire da alcuni Pdl presentati in parlamento, in cui adesso si sta discutendo di ius scholae, e questo è un impegno che mi assumo volentieri in prima persona perché è una battaglia che mi è sempre stata cara". Gualtieri ha annunciato di voler, inoltre, recepire alcune istanze "con un'applicazione pratica contenute in questa mozione. La legge, ancorché imperfetta, attuale - ha spiegato Gualtieri - prevede che i Comuni informino i cittadini stranieri, nei 6 mesi precedenti il compimento dei 18 anni, della possibilità di assumere la cittadinanza entro il 19esimo anno di età. Noi vogliamo esercitare questa funzione attivamente e promuovere con una comunicazione tempestiva e un supporto attivo, la possibilità di richiedere la cittadinanza per chi ne ha diritto". E' importante, secondo Gualtieri "rafforzare anche la dimensione simbolica di questo avvenimento, istituendo una cerimonia pubblica, il 17 marzo, in cui le 18enni e i 18enni che hanno conseguito la cittadinanza ricevano la Costituzione della Repubblica e lo statuto di Roma capitale. Un'idea giusta che noi realizzeremo con grande impegno", ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli