Guarisce dal virus e si vaccina: operatore sanitario contrae di nuovo il virus

·1 minuto per la lettura
Operatore sanitario positivo dopo seconda dose
Operatore sanitario positivo dopo seconda dose

Un operatore sanitario della casa di riposo Arcobaleno di Cordenons, comune in provincia di Pordenone, è risultato positivo al Covid dopo aver già ricevuto anche la seconda dose di vaccino Pfizer. L’uomo aveva anche già contratto il virus nell’autunno del 2020.

Operatore positivo dopo seconda dose

La positività è emersa durante uno dei consueti controlli settimanali a cui vengono sottoposti i dipendenti della struttura. Oltre a lui è risultato positivo anche un altro operatore che aveva già avuto il virus a inizio inverno e che però non si era ancora immunizzato.

I due casi di reinfezione sono ora oggetto di studio a livello regionale. I loro tamponi saranno infatti inviati al centro di ricerca unico di Trieste per capire se i due abbiano contratto qualche variante come quelle brasiliana e sudafricana, finora mai individuate in Friuli Venezia Giulia.

Nella stessa casa di riposo sono risultati positivi al virus anche dodici ospiti anziani. Nove di essi, come il primo operatore, avevano già ricevuto entrambe le dosi di vaccino Pfizer a gennaio. Tutti i casi sono stati isolati e la struttura ha subito avviato i protocolli previsti in caso di focolai. Per ora tutti i contagiati sono asintomatici: alcuni di essi hanno avvertito un lieve mal di testa nei primi giorni di positività ma ora stanno bene.

Uno dei positivi è morto improvvisamente ma secondo le prime analisi il decesso non sarebbe strettamente legato al virus. L’anziano soffriva di patologie pregresse e non aveva sintomi riconducibili all’infezione. La positività al virus dopo il vaccino non è comunque un anomalia. Gli studi mostrano come protegga dalle forme più gravi della malattia ma non sempre dalla contrazione dell’infezione.