Guatemala, Giammattei: cambierò accordo su migranti con Usa

Orm

Roma, 12 ago. (askanews) - E' Alejandro Giammattei, 63 anni, il nuovo presidente del Guatemala, che promette: "ricostruiremo il Paese". Sessantrè anni, ex medico, Giammattei ha messo in cima alla sua agenda la lotta alla violenza, al traffico di droga, alla diffusa povertà. Ma anche la revisione dell'accordo con l'amministrazione Trump, che trasforma il Guatemala de facto in una 'zona cuscinetto' dove vengono parcheggiati i migranti in transito che non possono attraversare il confine con gli Usa.

In base all'intesa, infatti, il Guatamela è catalogato "Paese terzo sicuro" per i migranti, malgrado l'endemica povertà e violenza.(Segue)