Gucci presenta 'Epilogue: Ken Scott'

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

Gucci presenta una selezione di capi e accessori, parte della collezione 'Epilogue', caratterizzata dalle stampe tratte dall’archivio del designer americano Ken Scott, che tra gli anni ’60 e ’70 visse a Milano, dove creò i suoi vivaci tessuti e la sua linea. Soprannominato 'il giardiniere della moda', nelle sue creazioni Scott prediligeva i fiori oversize, tra cui peonie, rose, papaveri e girasoli. Pattern tratti dal vasto archivio di Ken Scott decorano capi e accessori da uomo e da donna della linea Epilogue. Motivi colorati e floreali caratterizzano i look. Le stampe sono raffigurate su maglie, giacche, abiti, borse e accessori in seta, tra cui fasce per capelli.

"Ken Scott è stato un grande creatore di tessuti - spiega Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci -. Ha rappresentato i fiori con romanticismo e li ha introdotti nella cultura pop. Trattava i fiori come fossero insegne di negozi, li moltiplicava, faceva in modo che risaltassero in maniera incantevole. Amo il suo lavoro perché sono ossessionato dalle stampe floreali". La campagna dedicata, ideata da Alessandro Michele e scattata dal fotografo Mark Peckmezian, è ambientata in una stanza decorata con motivi diversi e composizioni floreali e mette in risalto la nuova linea di articoli.

Per la campagna, le stampe di Ken Scott sono state riprese dai capi per creare e personalizzare carte da parati, tende, tovaglie e cuscini, dando vita ad un universo straordinario fatto di colori intensi e stampe a contrasto. In occasione del lancio degli articoli con le stampe di Ken Scott, Gucci Podcast proporrà un episodio speciale con la partecipazione di Shahidha Bari, scrittrice, accademica, critica e professoressa di Fashion Cultures and Histories al London College of Fashion della University of the Arts London, che parlerà della vita dello stilista americano, del suo lavoro e della sua influenza sulla moda contemporanea. Oggi 'Ken Scott' è un marchio dell'azienda tessile Mantero e le stampe del vasto archivio di Ken Scott sono conservate dalla Fondazione Ken Scott che ha sede a Como.