Guerini: Aeronautica ha dimostrato suo valore anche in tempo Covid

Red
·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 mar. (askanews) - "Rivolgo i miei più sinceri auguri, ai quali si uniscono quelli del Governo e degli italiani, insieme alla più profonda riconoscenza per l'eccezionale prova di competenza, spirito di servizio e umanità che continuate a mostrare anche in questo perdurante momento di difficoltà per l'Italia e il mondo intero. Una storia che si rinnova ogni giorno nel servizio che le donne e gli uomini dell'Aeronautica garantiscono al Paese, nell'assolvimento dei compiti istituzionali di salvaguardia e difesa dello spazio aereo nazionale, nel contributo alle missioni internazionali per garantire sicurezza e stabilità nel mondo, nell'intervento in favore della comunità nelle situazioni di crisi più gravi e complesse". Lo ha detto il Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini nel suo intervento in occasione del 98° Anniversario della Costituzione dell'Aeronautica Militare e del Giuramento e del Battesimo corso "Borea VI" che si è volto a Palazzo Aeronautica a Roma. Il minitro Guerini ha voluto citare, in particolare, "l'esempio più recente, quello dell'emergenza da COVID-19, nel corso della quale l'Arma Azzurra ha messo a disposizione del Paese - ha sottolineato - le sue peculiari capacità in tutti gli scenari atipici creati dalla pandemia, fin dall'inizio e senza soluzione di continuità, grazie alla rapidità di intervento, alla flessibilità e all'adattabilità della sua organizzazione". Dalla missione a Wuhan del 2 febbraio 2020 "le donne e gli uomini dell'Aeronautica hanno concluso - ha poi ricordato - oltre 70 missioni di trasporto di pazienti in bio-contenimento, mettendo a frutto quella capacità di cui la Forza armata si è dotata, con lungimiranza, da più di un decennio e che pone il nostro Paese, a livello internazionale, tra le poche nazioni all'avanguardia nella gestione di questo tipo di emergenza sanitaria". Per questo, ha detto Guerini, "nella gestione dell'epidemia, il contributo dell'Aeronautica è stato altrettanto fondamentale nell'assicurare il trasferimento aereo di materiali e attrezzature sanitarie, di personale medico, tecnico e di supporto, nelle operazioni di allestimento degli ospedali da campo, nell'attività di disinfestazione e, più in generale, nel supporto alla macchina organizzativa della Difesa, sia nell'ambito Operazione IGEA, sia nell'ambito dell'Operazione EOS, attraverso lo stoccaggio dei vaccini presso l'aeroporto Militare di Pratica di Mare, diventato hub nazionale per la ricezione, la conservazione e la distribuzione dei vaccini sul territorio nazionale".

Di fronte ad un futuro "incerto e in rapida evoluzione" rispetto anche a situazioni di crescenti instabilità internazionale e nel contesto degli impegni internazionali assunti in questi anni dall'Italia, l'Aeronautica non ha smesso il suo impegno nei diversi teatri e "dovrà continuare a sostenere, nell'ambito dello strumento militare nazionale e in sinergia con le altre Forze armate, i suoi compiti specifici sia al servizio del Paese che per la salvaguardia della sicurezza e della stabilità internazionale, nell'area euro-atlantica, in quella euro-mediterranea, nonché nelle nuove aree di crescente interesse strategico". Da qui le "scelte previdenti per garantirsi capacità operative ed eccellenze tecnologiche di altissimo livello, che già oggi la vedono proiettata verso sistemi d'arma, competenze e 'know-how' - ha proseguito il ministro Guerini - per sostenere le sfide del futuro, rispondere alle necessità operative della nostra Difesa, posizionarsi tra le forze militari più evolute al mondo". Ma per fare tuto ciò "sarà necessario, in tal senso, continuare ad assicurare un flusso continuo ed adeguato di risorse per gli investimenti in Difesa e Sicurezza. Come ho avuto modo di illustrare nel Documento Programmatico della Difesa per il triennio 2020-2022 e di ribadire nelle linee programmatiche del Dicastero, non nutro dubbi - ha concluso Guerini - sull'opportunità di continuare ad investire nei settori della Sicurezza e della Difesa, per rafforzare la capacità dell'apparato statale di resistere e reagire alle crisi".